News
03 maggio 2018
Banca Finint arranger e collocatore nell’emissione di un minibond da 8 milioni di euro del Gruppo FECS

Banca Finint ha agito in qualità di arranger e collocatore nell’emissione del primo minibond del Gruppo Fecs, unico player a livello globale in grado di coprire tutta la filiera dell’alluminio, dall’acquisto dei rifiuti metallici alla vendita di prodotti finiti, che in data odierna ha quotato nel segmento ExtraMot Pro di Borsa Italiana un titolo obbligazionario di importo complessivo pari a 8 milioni di euro. 

Caratteristiche dell’emissione
Il Minibond ha una durata di circa 6 anni e mezzo ed una wal (durata media) di circa 4 anni e mezzo (i titoli hanno un rimborso amortising a partire dal 30 giugno 2020). L’operazione ha ottenuto un importante interesse da parte del mercato con un total commitment raccolto dagli investitori superiore rispetto all’importo dell’emissione; il Minibond è stato sottoscritto da diversi investitori professionali caratterizzati da banche, confidi e fondazioni.

L’azienda emittente
Il Gruppo Fecs, guidato dal 1999 dall’imprenditore Olivo Foglieni, è tra le realtà più importanti nel settore del recupero e reimpiego di materie prime metalliche, riciclando e riconvertendo ogni anno 120.000 tonnellate di rottami ferrosi e non ferrosi da rimettere sul mercato sotto forma di lingotti destinati a primari gruppi industriali e di radiatori dalle altissime prestazioni tecniche e dall’innovativo design. Il fatturato previsto per il 2017 è di circa 185 milioni di euro con un EBITDA margin superiore al 6% (pari a circa 12 milioni di Euro). Nel 2016 il gruppo ha brevettato un’innovativa tecnologia che impiega un tipo di rottame, il truciolo d’alluminio, con un processo industriale del tutto innovativo ed ecosostenibile.

Lo scopo dell’emissione
I proventi derivanti dall’emissione serviranno a sostenere la crescita e lo sviluppo del business. Principalmente il finanziamento sosterrà l’incremento della capacità produttiva della nuova tecnologia brevettata e l’ampliamento della gamma prodotto dei radiatori. A tal proposito si segnala come a marzo è stato presentato in fiera il primo modello di radiatore elettrico andando così a coprire una nuova fetta di mercato. Obiettivo del gruppo è anche quello di rafforzare il presidio geografico a livello europeo.