Emergenza Covid-19: misure di sostegno a privati e imprese

Banca Finint, da sempre vicina alle esigenze delle imprese che rappresentano il motore dell’economia italiana e al territorio in cui opera, ha introdotto una serie di iniziative a sostegno delle imprese e delle famiglie alle prese con le ripercussioni economiche e finanziarie legate all’emergenza sanitaria che sta vivendo il Paese in seguito della diffusione del Coronavirus, con il fine di fornire un contributo concreto e fattivo nel superare le criticità legate al lockdown. La presente pagina illustra le principali misure previste per far fronte all’emergenza contingente e sarà aggiornata nel tempo in linea con le azioni che la Banca metterà a disposizione della clientela. Il nostro attuale obiettivo è quello di implementare interventi rapidi e concreti, in conformità ai recenti provvedimenti normativi attivando tutte le misure previste per sostenere i nostri clienti, anche attraverso un’informativa chiara sulle diverse opzioni di intervento. Di seguito riportiamo quindi le principali novità introdotte con i decreti legge 17 marzo 2020, n. 18 (cd. “Cura Italia”) e 8 aprile 2020, n. 23 (cd. “Liquidità”), per ogni tipologia di clientela, allegando una sintesi delle istruzioni operative per l’accesso alle misure previste.

Per la tutela della salute dei nostri dipendenti, clienti e fornitori

Fin da subito ci siamo attivati limitando gli accessi al pubblico, eliminando le trasferte sia lavorative sia legate a interventi di formazione e privilegiando il lavoro da remoto. La Filiale aperta al pubblico ha privilegiato la promozione dell’utilizzo dell’Internet Banking e invitato la clientela a recarsi in Filiale solo per necessità e su appuntamento.
Leggi la notizia relativa

Per il nostro territorio

Banca Finint è da sempre radicata nel territorio in cui è nata, nel 1980, e dove si è sviluppata ed è cresciuta. Abbiamo subito avviato il contatto con l’Ospedale di Conegliano per intercettarne le esigenze e nel giro di pochi giorni abbiamo avviato i contatti con i fornitori per donare due letti per la terapia intensiva completi di portabombola, asta flebo e asta sollevamento laterale e bilancia, e 4 sistemi computerizzati per l’infusione di farmaci e soluzioni per un totale di oltre 100.000€.
Leggi la notizia relativa

Misure per i privati

Alla luce della situazione d’emergenza COVID-19, la Banca ha introdotto specifiche misure per aiutare i nostri clienti privati a gestire al meglio i loro impegni finanziari.
Moratoria su mutui prima casa Privati

Misure per le imprese

In data 17 marzo 2020, il Governo italiano ha varato il decreto denominato ‘Cura Italia’ che prevede, inter alia, una moratoria sui prestiti e sulle linee di credito delle PMI e Microimprese, che facciano richiesta alle banche o altro intermediario finanziario che hanno concesso il credito. Per quanto riguarda i prestiti, è stata concessa facoltà di sospendere le rate (per capitale e interessi) dei pagamenti fino al 30 settembre 2020, inoltre, fino a quella data non potranno essere revocati finanziamenti accordati.

Con il decreto Agosto, decreto-legge n. 104 del 14 agosto 2020, la moratoria su prestiti e mutui per le PMI, inizialmente prevista fino al 30 settembre 2020 è stata prorogata fino al 31 gennaio 2021 e fino al 31 marzo 2021 per le imprese del comparto turistico (quest’ultima disposizione subordinata all’autorizzazione della commissione Europea). La proroga sarà attivata automaticamente senza alcuna formalità, per le PMI già ammesse alla misura di moratoria originaria, salvo l’espressa rinuncia da parte dell’impresa da far pervenire a Banca Finint entro il termine del 30 settembre 2020.

Se la Società, che ha già beneficiato dell’ammissione al periodo di moratoria, non desidera avvalersi della proroga, dovrà predisporre su propria carta intestata la comunicazione di rinuncia (rif. allegato “Rinuncia alla proroga della moratoria”) che dovrà essere trasmessa a mezzo PEC a Banca Finint assieme al documento di identità del firmatario della richiesta.

Moratoria PMI e Microimprese ex lege

Moratoria PMI e Microimprese per finanziamenti, con caratteristiche previste dall’accordo ABI con le Associazione delle imprese

Il successivo Decreto Liquidità (DL) n. 23 dell’8 aprile 2020 contiene ulteriori iniziative urgenti a sostegno della liquidità delle imprese. Le misure di sostegno introdotte dal decreto hanno l’obiettivo di contrastare gli effetti negativi dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 sul tessuto socio-economico nazionale.
Finanziamenti concessi con la garanzia del Fondo Centrale di Garanzia destinati a professionisti, microimprese e PMI fino a 499 dipendenti

Finanziamenti concessi con la Garanzia SACE per imprese Corporate con almeno 500 dipendenti

Contatti e informazioni

Filiale di Conegliano
Telefono +39 0438 360 350
LUN-VEN: 8.30-13.00 | 14.00–15.30
e-mail: ufficio.clienti@bancafinint.com

Riferimenti normativi

DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18
DECRETO-LEGGE 8 aprile 2020, n. 23

FAQ – MEF

Sulle nuove misure economiche redatte dal MED (COVID 19) consulta la sezione delle domande e risposte sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

 

 

Le misure moratorie sono valide fino alla pubblicazione di nuovi decreti normativi che potrebbero modificarne l’applicazione.
In considerazione dell’emergenza sanitaria in corso e dell’alto numero di richieste i tempi di risposta potranno essere più lunghi del solito.